Google AMP SEO + 2 AMP Plugin WordPress

Migliori AMP Plugin WordPress

Vorresti utilizzare Google AMP sul tuo sito web per migliorare la seo? Per aumentare il traffico e le vendite?

In questo articolo scoprirai i vantaggi, gli svantaggi e come implementare correttamente Google AMP SEO.

Che cos’è AMP?

Accelerated Mobile Pages (AMP) è un software Open Source annunciato il 7 ottobre 2015.

Negli ultimi 3 anni, AMP ha ricevuto contributi da oltre 850 collaboratori, il 78% dei quali erano impiegati di aziende esterne a Google, come Twitter, Pinterest, Yahoo, Bing e eBay.

Le pagine AMP sono estremamente leggere e veloci progettare per offrire agli utenti mobile un’esperienza fulminea e più coinvolgente.

Pur essendo vero che AMP non è un fattore di posizionamento, aumenta la velocità su quasi tutti i siti web del 85% e come sapete la velocità è un fattore per posizionarsi meglio sui motori di ricerca.

Questa tecnologia è stata sviluppata utilizzando un codice ridotto chiamatosi AMP HTML. Con il quale si possono creare delle pagine statiche (cioè che non cambiano nel tempo).

AMP è stato sviluppato soprattutto per contrastare gli articoli instantanei di Facebook. I quali sono molto utilizzati dai siti di notizie.

Lati potivi di AMP

Ci sono molti lati positivi nell’utilizzare AMP, oggi te ne mostreremo ben 8:

1) AMP carica tutti i componenti di una pagina web contemporaneamente. Le pagine AMP non consentono alcun JavaScript personalizzato che potrebbe interrompere il caricamento simultaneo.

AMP utilizza iFrame , che non blocca il rendering della pagina principale e consente solo JavaScript asincrono.

2) AMP rimuove le richieste HTTP dal percorso di rendering. HTTP serve per consentire la comunicazione tra browser e server.

AMP rimuove queste richieste, quindi il browser deve caricare una pagina con meno richieste e soprattutto con massimo 50 kilobyte di dati CSS.

3) Normalmente un browser non conosce ciò che contiene una pagina finché non la carica.

In AMP, tutte le immagini esterne o i frame del sito devono indicare la propria dimensione. In questo modo il browser sa quanto impiegherà a caricare.

4) I Google Font vengono scaricati

5) Al posto di utilizzare il processore per generare le immagini viene usata la GPU (scheda grafica) che è più efficiente.

Come verrà utilizzato AMP?

Google utilizzerà AMP per pubblicare rapidamente i contenuti sui dispositivi mobili senza che gli utenti debbano fare clic su un sito Web per visualizzare il contenuto. Puoi visualizzare una demo di AMP nei risultati di ricerca di Google qui  se stai leggendo questo articolo su un dispositivo mobile.

Le pagine che hanno una versione AMP valida verranno pubblicate nei risultati per dispositivi mobili come un carosello sopra il resto dei risultati per un determinato argomento.

Ad esempio, la  sezione delle notizie principali dei risultati di Google nell’esempio sopra mostra le versioni AMP delle notizie relative a “marte”, sopra sia le notizie che i risultati regolari per quella query. Questa è chiaramente un’enorme opportunità per gli editori che hanno creato versioni AMP dei loro contenuti per superare coloro che sono lenti ad adottare AMP.

Esempi di AMP

I publisher che scelgono di creare versioni AMP dei propri contenuti avranno comunque bisogno di una normale versione desktop di quelle pagine. Ad esempio, se disponi di una versione AMP di una determinata pagina, dovresti contrassegnarla con un  link HTML AMP rel  sulla tua pagina desktop, che indicherebbe Google nella direzione della tua pagina HTML AMP. 

Pertanto, gli editori che scelgono di adottare AMP si ritroverebbero con una pagina nel loro dominio costruita in HTML AMP, oltre a una normale versione HTML della pagina.

The Guardian ha già implementato le versioni AMP di ogni notizia sul proprio sito, che puoi visualizzare aggiungendo / amp alla fine di qualsiasi notizia sul sito Web di Guardian, come questo articolo  che è ospitato sul dominio Guardian. 

Per aumentare ulteriormente la velocità di visualizzazione di un contenuto, il contenuto AMP che verrà presto visualizzato nei risultati di ricerca di Google sarà in genere una versione cache di un articolo ospitato su gstatic.com, non il dominio dell’editore in questione.

Gizmodo ha scoperto che le sue pagine venivano caricate tre volte più velocemente e Mashable ha registrato un aumento del 200% del CTR medio .

Le interdipendenze tra le versioni desktop e AMP di un contenuto sono state evidenziate dai ragazzi di Distilled in un recente diagramma del Whiteboard Friday che puoi vedere di seguito:

Nonostante ci siano 2 riferimenti alla versione AMP di una pagina nel diagramma sopra, il Guardian deve creare e ospitare solo una versione AMP di ogni articolo sul proprio sito. 

Aziende come Google, Twitter, Pinterest e Linkedin potrebbero quindi ospitare versioni memorizzate nella cache del contenuto AMP che è stato creato da editori come il Guardian, il che significa che un utente sarà in grado di leggere l’articolo senza dover effettivamente visitare il sito web del Guardian.

Misurare l’impatto di AMP sulla visibilità della ricerca

Se stai creando pagine AMP sul tuo sito, ci sono due modi per misurare l’impatto che sta avendo sulla visibilità della tua ricerca.

Google Search Console segnalerà la visualizzazione delle tue pagine AMP nei risultati di Google Discover.

Se le tue pagine AMP non vengono visualizzate, tieni presente che puoi utilizzare Google Discovery Ads per fare pubblicità su questa piattaforma.

Inoltre, puoi utilizzare i dati di Google Analytics per misurare il comportamento degli utenti che interagiscono con le tue pagine AMP. Google ha scritto una guida qui.

Limitazioni di AMP

L’HTML AMP è progettato per migliorare sia la velocità che la leggibilità dei contenuti, il che significa che il codice utilizzato è fortemente ridotto. Pertanto, ci sono alcune limitazioni visive a questo approccio, che sono le seguenti:

  • Non sarà consentito alcun JavaScript diverso da una libreria AMP standard
  • Le immagini verranno caricate solo quando scorri verso il basso (funzionalità di caricamento lento)
  • Sarà necessaria una versione semplificata del tuo CSS

Puoi leggere ulteriori informazioni sui requisiti tecnici per HTML AMP qui .

Cosa posso fare per prepararmi?

Se sei un blogger abituale che utilizza un CMS come WordPress, in futuro vorrai che AMP sia parte integrante della tua strategia di pubblicazione. In sostanza, per aumentare la tua visibilità nei risultati mobili di Google, dovrai creare versioni AMP dei tuoi contenuti. WordPress ha già un plug-in AMP disponibile, che può generare dinamicamente versioni compatibili con AMP dei post su un sito WordPress.

Se sei un editore che utilizza un altro CMS o stai pensando di creare un CMS personalizzato, dovresti sicuramente considerare di incorporare la funzionalità AMP nel tuo sito il prima possibile.

Perché dovrei preoccuparmi di AMP?

Se gli utenti visitano il tuo sito principalmente per leggere i contenuti del tuo blog / sezione di notizie, questa è una chiara opportunità per te per ottenere un vantaggio nei risultati mobili di Google creando versioni AMP dei tuoi contenuti prima che Google incorpori AMP nei loro risultati questo febbraio.

Ad esempio, immaginiamo che ci siano 3 diversi siti che servono 3 guide su come trattare lo stesso argomento e solo uno dei siti offre una versione AMP di quel contenuto. In casi come questo, sembra che la versione AMP venga visualizzata sopra i risultati regolari. Devo aggiungere altro?

AMP for WP

AMP for WP è stato sviluppato tanti anni fa e può vantare di avere oltre 100 mila di installazioni attive in questo momento.

Una volta che avrai installato e attivato il plugin, ti verrà chiesto se preferisci la modalità lite o advanced, noi consigliamo sempre la seconda.

Potrai subito impostare tutto ciò che ti interessa, il loro, colore di sfondo, Google Analytics, a quale pagine vuoi offrire il supporto.

Questo plugin offre il supporto ai più famosi Page Builder come Elementor e Divi.

Infatti normalmente non verrebbero supportati e quindi molte animazioni professionali non sarebbero state visibili.

Il plugin supporta Google AdSense e ti permette di aggiungere tutte le pubblicità che desideri.

Ha una fantastica integrazione con WooCommerce, ci sono alcuni siti come abbiamo detto sopra che hanno tratto soltanto vantaggi dopo aver introdotto Google AMP al loro store WooCommerce.

Offre il supporto della pagina Archivio, quindi potrai mostrare tutte le tue categorie, pagine di tag, pagina del negozio in AMP:

  • Supporto delle gallerie
  • Aggiunge al carrello senza reindirizzare
  • Supporta le varianti e gli attributi
  • Mostra i prodotti correlati
  • Mostra le valutazione e le recensioni
  • Supporta YITH WooCommerce
  • Compatibile con multi valuta

Si integra perfettamente con questi plugin:

  • Elementor
  • Dici
  • Gutenberg
  • Yoast SEO
  • All in One Seo
  • Rank Math
  • Genesis
  • SEOPress
  • Bridge Qode SEO
  • The SEO Framework
  • Squrilly SEO
  • OneSignal Push Notifications
  • Contact Form 7
  • Graviry Form
  • Caldera Form
  • Ninja Form
  • Disqus

Caratteristiche uniche:

  • Compatibile con i migliori plugin SEO
  • Supporta Gutenberg, Elementor e Divi
  • Permette di cambiare i Google Fonts
  • Abilità Infinity Scroll
  • Conforme al GDPR
  • Supporta WooCommerce
  • 3 Layout AMP predefiniti
  • 11 spazi pubblicitari + Google AdSense
  • Supporta Google Tag Manager
  • Permette di aggiungere i post correlati sotto un post
  • Supporto breadcrumb
  • Supporto per gli articoli instantanei di Facebook

Ideale per: siti che necessitano di una implementazione professionale.

Prezzo: gratis, versione Pro costa 89 $

AMP by Google

AMP

AMP by Google è il plugin ufficiale sviluppato e aggiornato frequentemente da Google. Ha oltre 500 mila installazioni attive!

Una volta installato e attivato, dovrete seguire la procedura guidata:

AMP Google

Noi consigliamo sempre di selezionare la modalità Developer, così da avere un quadro generale più ampio.

Non ti preoccupare, non aggiungerà niente di strano!

AMP template

In questo caso bisogna stare attenti e bisogna fare la scelta giusta. Come potete vedere ci sono 3 modalità tra cui:

Standard: è la miglior scelta quasi per tutti, infatti esiste un solo tema per l’elaborazione delle richieste e esiste solo la versione AMP.

Questa modalità è ottima anche per i siti che hanno il tema e tutto i plugin compatibili con AMP.

Modalità di transizione: viene usato sempre un solo tema ma esistono due versioni di ciascuna pagina, una AMP e una non AMP. È adatto a te se il tuo tema non supporta completamente AMP.

Reader: in questa modalità vengono creati due temi differenti, uno mobile e uno desktop.

Dovresti usarla solo se il tuo tema non è compatibile con AMP. Mi sono reso però conto che questa modalità offre le migliori prestazioni, il difetto è che perdi brand in questo modo.

AMP temi

Successivamente dovrai selezionare quale tema preferisci per AMP, ti consigliano alcuni ma ce ne sono tantissimi online.

AMP Reader

Infine devi selezionare se preferisci reindirizzare gli utenti mobile alle pagina AMP o no (una buona pratica è farlo).

È finita qui, avrai aggiunto tutto perfettamente.

Conclusioni

In definitiva noi consigliamo AMP solo se avete budget per svilupparlo per bene, altrimenti avrete solamente problemi.